Immagine correlata

600) 10.12.2019 Viviamo con sobrietà, giustizia e pietà in questo mondo, aspettando la beata speranza.

599) 10.12.2019 A ognuno di noi il Padre, che è nei cieli, ha affidato una missione, con la quale realizziamo la nostra salvezza.

598) 09.12.2019 Non hai bisogno di qualcuno accanto per essere felice, hai il Signore.

597) 09.12.2019 Tutto ciò che la persona che ti ha ferito, ha fatto o farà, è un suo problema, è solo toccato a te.

596) 09.12.2019 Proviamo ad ascoltare senza imporre il nostro parere,

595) 09.12.2019 Chiunque lavora per la santità del matrimonio e della famiglia sarà sempre combattuto e avversato in tutti i modi, perché questo è il punto decisivo (Suor Lucia di Fatima). 

594) 09.12.2019 Lo scontro finale tra il Signore e Satana sarà sulla famiglia e sul matrimonio (Suor Lucia di Fatima).

593) 07.12.2019 L’unità e la pace si conservano con la mutua sopportazione.

592) 07.12.2019 La carità tutto sopporta e non tiene conto del male ricevuto.

591) 07.12.2019 Carità, sopportazione e pazienza che siano sempre unite.

590) 07.12.2019 Non stanchiamoci di fare il bene e a suo tempo mieteremo. 

589) 07.12.2019 Perché la speranza e la fede possano arrivare a portare frutto, è necessaria la pazienza. 

588) 07.12.2019 Se rimanete fedeli alla mia parola, sarete davvero miei discepoli, conoscerete la verità e la verità vi farà liberi (Gv 8,31-32).

587) 07.12.2019 Chi persevererà fino alla fine sarà salvato (Mt 24,13).

586) 07.12.2019 Esci da Babilonia, popolo mio, e non sarai coinvolto nelle sue colpe.

585) 06.12.2019 E’ il Signore che ci guida, che sa cosa ci occorre (Pubblicato su Facebook il 07.12.2019: E’ il Signore che ci guida e ci conduce a cosa ci occorre, ce lo comunica attraverso la coscienza, approvandoci o disapprovandoci).

volerlo fare noi è come volersi mettere al suo posto.

584) 05.12.2019 Il Signore si manifesta in noi, poco o molto, secondo la nostra fede nell’accoglierlo.

583) 05.12.2019 Vivere nello stato d’animo che ci è dato aiuta a capire tante cose.

582) 05.12.2019 Se uno chiede è bene rispondere altrimenti è meglio tacere.

581) 05.12.2019 Vegliate, perché quando il corpo s’addormenta, ha in noi il sopravvento la natura, e la nostra azione non si svolge secondo la nostra volontà, ma si compie secondo un impulso inconscio. (Pubblicato su Facebook il 06.12.2019: Vegliate o la natura del male ha il sopravvento e le nostre azioni, non volute, si compiranno secondo un impulso inconscio).

E quando il torpore, cioè la viltà e la trepidazione, domina l’anima, prende dominio su di lei il nemico e fa per suo mezzo ciò ch’essa non vuole. Sulla natura domina una forza bruta e sull’anima domina il nemico. 

580) 05.12.2019 Colui che ti ha fatto sa anche cosa vuole fare di te (Sant’Agostino).

579) 04.12.2019 Gesù: hanno odiato me odieranno anche voi. 

578) 03.12.2019 Ho ricevuto l’immagine di Dio ma non l’ho saputa conservare intatta. Gesù ha assunto la condizione umana per salvare me, fatto a sua immagine, e per dare a me, mortale, la sua immortalità.

577) 03.12.2019 Chi ripone il suo cuore alle cose terrene sarà umiliato.

576) 02.12.2019 Se hai un’autostima bassa, non la rialzi abbassando quella degli altri secondo il detto mal comune mezzo gaudio, ma la peggiori. (Pubblicato su Facebook il 02.12.2019)

575) 30.11.2019 Chiunque crede che Gesù è il figlio di Dio ha la vita eterna.

574) 30.11.2019 Il Padre è glorificato sulla terra quando si compie l’opera voluta da Lui.

573) 30.11.2019 Benedite coloro che vi perseguitano … ci mettono sulle orme di Cristo.

572) 29.11.2019 L’amore del mondo non si accorda con l’amore di Dio.

571) 29.11.2019 Grande pace per chi ama la Legge di Dio, nel suo cammino non trova inciampo.

570) 29.11.2019 Gli operatori di pace saranno chiamati figli di Dio.

569) 29.11.2019 Le vanità terrene ci allontanano dalla visione di Dio.

568) 29.11.2019 Avere un cuore puro significa praticare le Sante Virtù.

567) 29.11.2019 Commettere abomini significa profanare il Nome del Signore.

566) 29.11.2019 La pazienza è la capacità di aspettare in un atteggiamento positivo.

565) 29.11.2019 Vendicarsi dà un attimo di felicità, perdonare la dà per sempre.

564) 28.11.2019 Poteva trasgredire e non l’ha fatto, ciò è gradito a Dio.

563) 28.11.2019 La tentazione avviene nella mente, lasciala lì e concentrati nel cuore dove ci parla il Signore.

562) 28.11.2019 La misericordia vuole che tu sia misericordioso, la giustizia giusto, in tal modo, in te, risplende l’immagine di Dio.

561) 28.11.2019 Amare Dio non è altro che amare la giustizia.

560) 28.11.2019 Ogni “albero” si riconosce dal suo frutto. Quello buono non può produrre frutti cattivi, né quello cattivo produrre frutti buoni.

559) 28.11.2019 Attenti a chi cerca di abbassare la tua autostima con parole non edificanti, anche se sembrano innocenti servono a indebolirti.

558) 27.11.2019 Mettendo le cose del mondo prima delle cose di Dio, educhiamo a fare prima quelle e dopo queste, ovvero abbiamo ceduto alla tentazione.

557) 27.11.2019 Saremo perseguitati a causa del nome di Gesù, allora possiamo dare testimonianza, con la Parola e Sapienza ricevuta dal Signore. Saremo traditi e uccisi da tutti ma nemmeno un nostro capello andrà perduto. Salveremo la vita con la nostra perseveranza.

556) 27.11.2019 Chi ci potrà fare del male se saremo ferventi nel bene?

555) 27.11.2019 Sopportare con pazienza la sofferenza, è gradito a Dio.

554) 27.11.2019 A chi sopporta tutte le ingiustizie, il Signore promette il possesso della terra.

553) 27.11.2019 La malizia procura all’iniquo la pena. La pazienza conduce il giusto alla gloria.

552) 27.11.2019 Chi ha fede piange il peccato altrui o il proprio e non si lamenta, è più da compiangere chi fa il male che chi lo subisce.

551) 27.11.2019 Se il Signore vuole che noi dormiamo o che stiamo svegli, accettiamolo, vuole comunicarci qualcosa, è per il nostro bene.

550) 26.11.2019 Vivi la storia che il Signore ti manda, non evitare le cose spiacevoli, pensa che tutto concorre al tuo bene e a quello di altri.

549) 26.11.2019 Con la predicazione si sperimenta la gioia di non avere nulla di terreno e di avere tutto in Cristo.

548) 26.11.2019 Priorità: prima il Signore poi tutto il resto.

547) 25.11.2019 Il Signore ricostruisce ciò che è distrutto. 

548) 25.11.2019 Il Signore pone il suo Spirito dentro di noi e ci fa vivere secondo la sua Volontà. 

547) 25.11.2019 Il Signore ci toglie il cuore di pietra e ci dà un cuore di carne. 

546) 25.11.2019 Il Signore ci purifica da tutte le nostre sozzure e da tutti i nostri idoli. 

545) 25.11.2019 Non contaminatevi con nessun idolo, altrimenti l’ira del Signore si riverserà su di voi.

544) 25.11.2019 Non ammazzate, né fisicamente né psicologicamente, altrimenti l’ira del Signore si riverserà su di voi.

543) 24.11.2019 Facendo il male scopriamo le nostre debolezze perché non facciamo il bene che vogliamo ma il male che detestiamo (San Paolo).

542) 24.11.2019 Quello che uno fa gli viene fatto, sia il bene che il male.

541) 24.11.2019 Il male che uno fa lo paga.

540) 23.11.2019 Se ho Dio che mi guida e tu mi combatti, stai combattendo contro Dio.

539) 23.11.2019 Gesù prese su di se i mali della nostra debolezza, ci mostrò i beni della sua potenza e della sua Gloria. 

538) 23.11.2019 Così dice il Signore: Guai a chi pensa solo per se stesso e non si cura degli altri.

537) 23.11.2019 Fai come se tutto dipendesse da te, sapendo che niente dipende da te.

536) 23.11.2019 Signore fammi vivere secondo il tuo giudizio.

535) 22.11.2019 Cerchi l’approvazione degli altri o quella di Dio?

534) 22.11.2019 Nessuna parola cattiva esca più dalla vostra bocca, ma piuttosto parole buone che possano servire per la necessaria edificazione, giovando a quelli che ascoltano (Ef 4,29).

533) 21.11.2019 Serviamo il Signore in Santità e giustizia, Egli ci libererà dei nostri nemici.

522) 21.11.2019 E’ importante riconoscere il tempo in cui il Signore ci visita, altrimenti passa e se ne va.

521) 21.11.2019 Dio distribuisce a ciascuno il suo, a chi questo, a chi quello, secondo che gli è dovuto.

520) 21.11.2019 L’uomo, fino a un certo punto, sa che cosa è oggi, ma non già quello che sarà domani.

519) 21.11.2019 Stai sbagliando … Ma se tutti fanno così … Inizia tu a fare bene perché, per gli altri, “tutti” sei anche tu.

518) 21.11.2019 L’aiuto ci viene sempre dal Signore, anche se lo riceviamo da altre persone è sempre Lui che ispira a farlo.

517) 21.11.2019 Il Signore è colui che ci guida.

516) 20.11.2019 In ogni circostanza benedici il Signore e domanda che ti sia guida nelle tue vie.

515) 20.11.2019 Chiedi il parere ad ogni persona che sia saggia e non disprezzare nessun buon consiglio.

514) 20.11.2019 Non fare a nessuno ciò che non piace a te.

513) 20.11.2019 Le tentazioni maggiori avvengono quando la nostra allerta è debole o inesistente, soprattutto se ci svegliamo durante la notte o al mattino appena alzati.

512) 20.11.2019 Le nostre colpe non possiamo togliercele da soli, vanno affidate al Signore con cuore sincero, poi saprà Lui cosa fare.

511) 19.11.2019 Lasciare le cose meglio di come le abbiamo trovate, oltre che condurci alla Santità, ci elimina lo stress in quando, dopo un certo lasso di tempo, non abbiamo più arretrati ma siamo in vantaggio sulle normali cose da fare e, per conseguenza, scompaiono tutte le tensioni relative.  

510) 19.11.2019 La superbia genera divisione, l’amore genera l’unità.

509) 19.11.2019 Ciascuno sarà giudicato in base alle proprie azioni.

508) 18.11.2019 Annunzia la Parola, insisti in ogni occasione opportuna e inopportuna (2Tm4,2). A tempo opportuno, per chi vuole, a tempo inopportuno, per chi non vuole. 

507) 17.11.2019 Queste sono le offerte più gradite a Dio, che dobbiamo portare con noi e allora attenderemo con sicurezza la sua venuta: la misericordia, l’umiltà, la confessione, la pace, la carità.

506) 17.11.2019 Chi avrà usato misericordia sarà giudicato con misericordia. Chi non avrà usato misericordia andrà nel fuoco eterno (Mt 25,41). Perdona se qualcuno ti ha offeso.

505) 17.11.2019 Servirsi del mondo, non farsi schiavo del mondo, ossia avere come se non avesse.

504) 17.11.2019 Chi ama il mondo e si distoglie dalle opere buone è già vinto dal male ed è malato. La malattia lo rende privo di forze e incapace di fare qualcosa di buono.

503) 16.11.2019 Promettere e prospettare le sofferenze future , è dare forza a chi è debole. Rincuorarlo con la misericordia di Dio, che non permette siamo tentati oltre le nostre forze.

502) 16.11.2019 Il Signore sferza chiunque riconosce come figlio, se uno è esente dal flagello dei castighi, è escluso dal numero dei figli. Gesù si rivestì del corpo a questo scopo, per non restare senza flagello. Ora, se è stato sferzato Gesù che è senza peccato, noi, peccatori, possiamo restarne esenti? 

501) 16.11.2019 Le mie colpe non posso toglierle da me, è sempre il Signore che provvede. Se vuole che io le tenga, perché il suo disegno di salvezza prevede questo, volendole togliere è come dire egoisticamente al Signore: non mi interessa la storia che vuoi fare per ciascuno di noi, a me dà fastidio e desidero uscirne, o meglio, la storia di salvezza voglio farla io e decido cosa sia giusto o sbagliato, non tu. La stessa cosa disse Satana. Perciò devo affidarle a Lui che sa come gestire le mie e nostre situazioni.

SANTO ROSARIO AUDIO    CORONCINE – MEDITAZIONI – NOVENE – PREGHIERE VARIE – COMMENTI AI VANGELI – LITANIE    PREGHIERE PRINCIPALI LIBERE – PREGHIERA DOPO AVER PECCATO – PREGHIERA PER CHIEDERE LA SAPIENZA

Il Signore parla al cuore di ciascuno di noi, ascoltarlo significa valutare bene le situazioni in cui ci troviamo e, se lo desideriamo, viverle nella sua volontà, non dimentichiamo ciò che ci disse nel Vangelo di Giovanni…

—————————————–

Dal Vangelo di Giovanni 15,5: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

… e non dimentichiamo nemmeno di chiedere il suo aiuto, sempre se lo desideriamo.

————————————–

(Le foto eventuali, dei personaggi, sono state prese su Google / Immagini, per cui, anche se le loro azioni sono in sintonia con l’argomento trattato, non necessariamente debbono corrispondere ai personaggi stessi di questo articolo).

Vedi tutti gli articoli del blog: https://brunoliviano.altervista.org/

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *