(Memoriali)* 04 – Rivelazioni e meditazioni da 201 a 300

Immagine correlata

201) Non porsi al 1° posto ma all’ultimo, sia di tono che di contenuto.

202) Non giudicare, genera la paura di essere giudicati e si balbetta.

203) Sii il tuo parlare si si no no, il resto viene da Satana.

204) Non parlare con entusiasmo delle cose terrene.

205) Non giudicare: non fare come ha fatto il pubblicano con il fariseo, ma chiedersi cosa mi vuol dire il Signore con questo o quel dato evento.

206) Santità: fare bene e con amore tutte le cose della vita ordinaria.

207) Se cerco le mie colpe le detesto (guarda come sono bravo), se le affido al Signore va bene.

208) Non devo regolarmi secondo l’ostinazione del mio cuore, ma seguire le vie che il Signore mi indica in tutti i momenti della mia vita dando sempre Gloria al Dio.

209) Non devo gloriarmi di nulla ma attribuire tutti i meriti al Signore.

210) Ascolta la parola di Dio sempre, in ogni attimo della vita, lasciati guidare nelle azioni.

211) Bisogno eccessivo di cibo: quando si è nel peccato ci si allontana da Dio e si avverte un senso di ansia che porta ad assumere cibo.

212) Ansia: è sempre una lontananza da Dio che procura ansia, un seguir vie non da Lui ispirate, un fare la propria volontà, un voler essere dio al posto di Dio (è normale l’ansia in uno che si vuole mettere al posto di Dio). Se il tuo parlare non è si si no no si crea l’ansia.

Come capire il progetto di Dio su di noi, riassunto personale:

213) La mente non pensa nulla.

214) La mente inizia ad elaborare un progetto.

215) Riflettere sul motivo vero per cui lo si vorrebbe portare avanti (per essere buono non dev’essere per motivo personale e non deve contrastare la parola di Dio).

216) Intravisto un modo di agire iniziare con “mi pare”.

217) Prima di agire chiedere a Gesù cosa fare e attendere.

218) Pregare e riflettere sul senso degli avvenimenti che Dio ci fa accadere, aiuto a Persone di fiducia, mai fretta, tempo al tempo.

Gesù approva, cosa succede?

219) Cominciare a fare i primi passi, vivendo attimo dopo attimo, senza progetti futuri conclusivi.

220) Si sente la serenità e la pace dentro (quella vera), che è diversa dalla gioia o entusiasmi momentanei e le azioni si susseguono senza avvertire peso e fatica, anche se ci sono, in certi casi non bisogna dargli importanza (lodi in chiesa la mattina presto).

221) Andare avanti finché il punto precedente 02 A resta valido.

222) Quando il punto 02 A non è più valido tornare indietro, in corrispondenza della validità del punto 02 A e fare un esame di coscienza stando meglio in ascolto della parola di Gesù che ci guida, se si riscontra un peccato o una schiavitù (spesso si incontra l’orgoglio), riconoscerli come tali, chiedere perdono a Dio e il suo aiuto affinché ci vengano tolti e, nel caso, la forza di andare avanti per la via intrapresa, altrimenti fermarsi e stare in ascolto di Gesù che, nel caso, ci guiderà per altre vie.

Se Gesù non approva, cosa succede?

223) Cominciare a fare i primi passi, vivendo attimo dopo attimo, senza progetti futuri conclusivi.

224) Si inizia a sentire subito uno stato di agitazione interna che è il primo campanello d’allarme.

225) Chiedersi il motivo per cui lo si fa e se è in contrasto con la parola di Dio (certamente si riscontrerà un tornaconto personale, o una schiavitù o un punto di peccato.

226) Interrompere i pensieri, è una tentazione di Satana, pregare la Madonna che venga in nostro soccorso affinché ci aiuti, rinunciare a Satana dicendolo chiaramente, cercare di allontanarsi dalla tentazione pregando e seguire la via che ci dà la serenità del cuore, ma non quella serenità apparente, anche se inizialmente sembra costarci fatica.

227) 06.04.2011 Dio si fa trovare da colui che ama, si nasconde a colui che razionalizza. 

228)  Chiunque avrà lasciato case, fratelli, … per il mio nome riceverà 100 volte tanto. ( Mt 19,19 )

229)  Di tutte più grande è la carità. (1° Cor 12,31-13,13)

230) Le cinque vie della riconciliazione con Dio. (L’ora dell’ascolto pag. 285)

231) La verginità e il matrimonio. Il matrimonio. Le cose del mondo. (1° Cor 7,25-40)

232) Doveri verso le istituzioni, tasse, comportamento verso gli altri. (Rm 13,1-14)

233) Nessuno può servire a Dio e al denaro. ((L’ora dell’ascolto pag. 1165)

COME CAPIRE IL PROGETTO DI DIO SU DI NOI 1° PARTE

IN GENERE:

235) PREGARE.

236) NELLE CELEBRAZIONI O DURANTE LE LODI CHIEDERE LUCE ALLA PAROLA DI DIO.

237) RIFLETTERE SUGLI AVVENIMENTI CHE DIO CI FA ACCADERE E NON INCOLPARE GLI ALTRI.

238) AIUTO A PERSONE DI FIDUCIA.

239) MAI FRETTA, TEMPO AL TEMPO.

240) APPENA AFFIORA ALLA MENTE UN PENSIERO,CHE SI RIVELA UNA TENTAZIONE, E IN CONTRASTO CON LA PAROLA DI DIO, CON LA PREGHIERA E L’AIUTO DI DIO, ELIMINARLO SUBITO SENZA SOFFERMARCISI SOPRA.

241) CONSERVA NEL CUORE LA PAROLA DI DIO PER NON OFFENDERLO CON IL PECCATO E CERCA DI FARE IL POSSIBILE PER METTERLA IN PRATICA, PREGANDO E CHIEDENDO IL SUO AIUTO.

242) GLI EVENTI NATURALI DELLE COSE SONO VOLONTA’ DI DIO O PERMESSI DA LUI STESSO.

243) PER LA BALBUZIE: NON PORSI AL 1° POSTO – NON GIUDICARE – SIA IL TUO PARLARE SI-SI NO-NO IL RESTO VIENE DA SATANA – NON PARLARE CON ENTUSIASMO DELLE COSE TERRENE.

244) DARE UN BUON SERVIZIO SENZA CERCARE LA PROPRIA GLORIA MA QUELLA DI DIO .

245) NON FARSI VEDERE BRAVI E AGGIUSTARE I DISCORSI DI MODO CHE GLI ALTRI ABBIANO UNA BUONA IMPRESSIONE DI NOI, PONENDOSI INDIRETTAMENTE AL 1° POSTO, NON CERCARE LA PROPRIA GLORIA E COSI’ DA DIMOSTRARE DI ESSERE ALL’ALTEZZA DI OGNI SITUAZIONE COSI’ CHE L’ALTRO POSSA CONTARE SU DI NOI E NON SU DIO, MA ESSERE QUELLO CHE SI E’ IN BENE O IN MALE.

246) NON FARE COME HA FATTO IL PUBBLICANO CON IL FARISEO, MA DIRE COSA MI VUOL DIRE IL SIGNORE IN QUESTO AVVENIMENTO?

247) SANTITÀ’: FARE BENE E CON AMORE TUTTE LE COSE DELLA VITA ORDINARIA.

248) SE CERCO LE MIE COLPE E LE DETESTO, MI INSUPERBISCO (GUARDA COME SONO BRAVO?), SE LE AFFIDO AL SIGNORE VA BENE. NON DEVO REGOLARMI SECONDO L’OSTINAZIONE DEL MIO CUORE, MA DEVO SEGUIRE LE VIE CHE IL SIGNORE MI INDICA IN TUTTI I MOMENTI DELLA MIA VITA, DEVO SEMPRE DARE GLORIA A DIO.

249) NON DEVO GLORIARMI DI NULLA MA ATTRIBUIRE TUTTI I MERITI AL SIGNORE. ASCOLTA LA PAROLA DI DIO SEMPRE IN OGNI ATTIMO DELLA VITA. LASCIATI GUIDARE NELLE AZIONI.

250) ONORA IL SIGNORE CON I TUOI AVERI. LAVORIAMO PER IL SIGNORE COSI’ POSSIAMO MERITARCI IL NOSTRO DENARO QUOTIDIANO.

251) ATTRITO CON GRAZIA: SECONDO CARMINE NON MI SONO PERDONATO UN ERRORE O UN PECCATO COMMESSO NO SI SA QUANDO.

252) IN OGNI AZIONE, CON L’AIUTO DELLO SPIRITO SANTO, DARE GLORIA A DIO, CERCARE LA SUA GLORIA NON LA MIA.

253) LAVORO: FARE BENE QUELLO CHE IL SIGNORE MI HA DATO, FACENDOLO BENE SI E’ NELLA VOLONTÀ’ DI DIO E SI RIESCE A FARE BENE ANCHE LE ALTRE COSE PERCHÉ’ SI HA LO SPIRITO GIUSTO.

254) SILENZIO.

255) ASCOLTA LA PAROLA DI DIO, SEMPRE, IN OGNI ATTIMO DELLA VITA, LASCIATI GUIDARE NELLE AZIONI.

256) BALBUZIE: QUANDO PARLI, CON IL TONO E IL CONTENUTO PONITI ALL’ULTIMO POSTO.

257) METTERE ALLA PROVA LE ISPIRAZIONE PER VEDERE SE VENGONO DA DIO, CHIEDERSI IL PERCHÉ’ SI FA QUELLA DATA COSA. (1 GV 4,1-10)

258) RAPPORTO SOLO CON GESÙ’ CHE TRAMITE LA MADONNA MI AIUTA A GIUNGERE A LUI. BRUNO – GESÙ’ – ALTRI FRATELLI E TUTTO IL RESTO DEL MONDO.

259) SPIRITO SANTO: MI INSEGNA OGNI COSA E MI RICORDA COSA HA DETTO GESÙ’.

260) BISOGNO ECCESSIVO DI CIBO: QUANDO SI E’ NEL PECCATO, CI SI ALLONTANA DA DIO E SI AVVERTE UN SENSO DI ANSIA CHE PORTA AD ASSUMERE CIBO.

261) L’ANSIA: E’ SEMPRE UNA LONTANANZA DA DIO, UN SEGUIRE VIE NON DA LUI ISPIRATE, UN FARE LA PROPRIA VOLONTÀ’, UN VOLER ESSERE DIO AL POSTO DI DIO ( E’ NORMALE L’ANSIA IN UNO CHE SI VUOLE METTERE AL POSTO DI DIO ) SE IL TUO PARLARE NON E’ SI SI NO NO SI CREA L’ANSIA.

262) BALBUZIE: GIUDICARE GLI ALTRI ( PAURA DI ESSERE GIUDICATI ) – PARLARE CON INTERESSE DELLE COSE TERRENE – METTERSI AL PRIMO POSTO.

263) NON MI DEVO ATTRIBUIRE NIENTE, NESSUNA COSA PROVIENE DA ME, MA TUTTO MI VIENE DATO, ANCHE UNA VITTORIA A BILIARDO, LA PACE CON GLI ALTRI E IN FAMIGLIA, IL CIBO E LE ALTRE COSE PER LA VITA DI TUTTI I GIORNI, VENDITE O ACQUISTO AUTO.

264) FARE BENE E AGIRE CON AMORE NELLA STORIA QUOTIDIANA CHE IL SIGNORE MI MANDA.

265) SE NON HAI AMORE PER TE NON PUOI AMARE GLI ALTRI.

266) DIO CI HA CREATI A SUA IMMAGINE E SOMIGLIANZA, IL NOSTRO COMPORTAMENTO NATURALE E’ IMPRONTATO TUTTO SULL’AMORE, SULLE COSE BUONE. SE FACCIAMO DELLE COSE CATTIVE ESSE VANNO IN CONTRASTO CON LA NOSTRA NATURA E STIAMO MALE, OVVERO MODIFICHIAMO IL NOSTRO STATUS NATURALE IMPRONTATO AL BENE.

267) PIÙ’ PENSI ALLA TUA VIA MENO VEDI LA VIA DEL SIGNORE.

268) NO: CAPIRE LA VOLONTÀ’ DI DIO PER FARE LA SUA VOLONTÀ’ IN QUANTO L’UNICA COSA CHE FACCIO E’ DI NON VIVERLA, DI SCENDERE DALLA CROCE.
SI: ABBANDONARSI A DIO AFFINCHÉ’ LUI COMPIA IN ME LE SUE OPERE, ECCO AVVENGA SU DI ME SECONDO LA TUA VOLONTÀ’.

269) SE FAI LA TUA VOLONTÀ’ TI ALLONTANI DA DIO. SE IN UN AVVENIMENTO FAI LA TUA STORIA, DECIDI TU, NON ASCOLTI DIO CHE TI PARLA NEL CUORE, TI ALLONTANI DA DIO. SE SUBITO DOPO CHIEDI IL SUO INTERVENTO SU ALTRO AVVENIMENTO, NON LO TROVI PERCHÉ’ TI SEI ALLONTANATO. SE CHIEDI PERDONO DI CIO’ CHE HAI FATTO E ATTENDI CON PAZIENZA, PIANO PIANO LO RITROVI E CON LUI RITROVI LA SERENITÀ’ DEL CUORE CHE AVEVI PERSO.

270) COME PUOI ANDARE D’ACCORDO CON TUA MOGLIE SE VUOI FARE TU DI CONTINUO LA VOSTRA STORIA, LASCIA CHE SIA IL SIGNORE A FARLA, EGLI TI AMA COSI’ COME SEI. DAI SOLO LA TUA DISPONIBILITA’ E SE PECCHI CHIEDI PERDONO, ( SAL 35 ).

271) SE SEI TU L’ARTEFICE, L’INIZIATORE DELLE TUE AZIONI, TI ATTENDI DAGLI ALTRI UNA RISPOSTA DI GLORIA PER TE. E COME CERCARE DI ESSERE DIO AL POSTO DI DIO. SE NON ARRIVA TU TI ARRABBI E VAI IN CONTRASTO CON QUELLE PERSONE INTERESSATE. LASCIA CHE SIA IL SIGNORE A OPERARE E A FARE LUI LA STORIA, EGLI TI AMA COME SEI. ( SAL 35 ).

272) SONO SUPERBO E ORGOGLIOSO, SE CHIEDO L’AIUTO AL SIGNORE PER ESSERE UMILE E ASCOLTARE LA SUA PAROLA EGLI ME LA DA, SE MI ALLONTANO RESTO DI BASE SUPERBO E ORGOGLIOSO.

273) E’ NECESSARIO ATTRAVERSARE MOLTE TRIBOLAZIONI PER ENTRARE NEL REGNO DI DIO ( AT 14,21 ).

274) PRIMA CERCO LA MIA GLORIA, POI TEMO IL GIUDIZIO DEGLI ALTRI CHE MI BLOCCA A ESSERE ME STESSO E VIVO IN FUNZIONE DEGLI ALTRI CERCANDO DI FARE CIO’ CHE PIACE LORO.

275) CENTRARE L’ATTENZIONE SU CIO’ CHE E’ GIUSTO FARE, NON SUGLI ALTRI SE POSSONO ESSERE DISPIACIUTI O MENO DA QUELL’AZIONE. ( CALCIO: NEL DRIBBLING ATTENZIONE SULLA PALLA, NON SULLE FINTE DELL’AVVERSARIO. BILIARDO: ATTENZIONE SULLA PALLA E SUL TIRO NON SULL’AVVERSARIO O SUGLI SPETTATORI ). NON CERCARE DI PIACERE E RESTARE SIMPATICO A TUTTI E COME VOLER ESSERE AL CENTRO DELL’ATTENZIONE.

276) PROFETA: PARLA IN NOME SUO SE LA PAROLA CHE HA DETTO NON SI REALIZZA. PARLA NEL NOME DEL SIGNORE SE SI REALIZZA.

277) SE PARLO TROPPO ( NON E’ SI SI NO NO ): NON MI CONCENTRO SU COSA FARE E NON LO FACCIO BENE. NON ASCOLTO LA PAROLA DI DIO. NON MI VA DI FARE NIENTE. PERDO A BILIARDO ECC. … LA MIA MENTE E’ POPOLATA DA MILLE PENSIERI E NON POSSO ASCOLTARE LA PAROLA DI DIO. BALBETTO PERCHÉ’ CON IL PARLARE VOGLIO METTERMI AL 1° POSTO O DOMINARE/IMPORMI SUGLI ALTRI O FARMI PIACERE. SOPRATTUTTO NON SONO ATTENTO AD ASCOLTARE LA SUA PAROLA E MI PERDO.

278) 27.01.2006 SE DI UN’IDEA AVVIENE L’ESECUZIONE PRATICA, L’IDEA VIENE DA DIO.

279) 28.01.2006 NON PREOCCUPARMI DEL DOMANI A CIASCUN GIORNO LA SUA PENA.

280) 30.01.2006 BENE IL LAVORO CHE IL SIGNORE TI HA DATO. SEI INOPEROSO QUANDO NON SVOLGI BENE IL LAVORO CHE IL SIGNORE TI DA. SEI DIPENDENTE D’ORDINE NON DI CONCETTO.

281) 31.01.2006 SATANA MI ATTACCA NELLE MIE DEBOLEZZE, APPENA ME NE ACCORGO LE DEVO INDIVIDUARE E AFFIDARLE AL SIGNORE.

282) 01.02.2006 COME POSSO SPERARE DI AVERE IL LAVORO DAL SIGNORE SE NON FACCIO BENE QUELLO CHE GIÀ’ MI HA DATO?

283) 02.02.2006 MI SCHIAVIZZO FACILMENTE DI CHI PUÒ’ AIUTARMI A EMERGERE NEL MONDO.

284) 02.02.2006 APPENA TI ALLONTANI DALLE COSE TERRENE IL SIGNORE TI SI AVVICINA, TI PARLA, TI SUGGERISCE, TI GUIDA E TI FA SCOPRIRE QUANTO C’E’ DA LAVORARE PER LUI, A TE PIACE E LO GRADISCI. DEVO PREOCCUPARMI DI FARE LA SUA VOLONTÀ’ E TUTTO IL RESTO MI SARA’ DATO IN AGGIUNTA.

285) 02.02.2006 MI DA FASTIDIO IL PECCATO O IL COMPORTAMENTO DI UN ALTRO PERCHÉ’ E’ IL MIO PECCATO E IL MIO COMPORTAMENTO.

286) 02.02.2006 NON SONO UMILE (ES. A BILIARDO NON PREFERISCO GIOCARE CON CHI E’ PIÙ’ DEBOLE DI ME).

287) 03.02.2006 SE COMMETTO IL PECCATO SONO SCHIAVO DEL PECCATO, CIOÈ’ IL SIGNORE SI ALLONTANA DA ME E IO MI INDEBOLISCO E PIÙ’ FACILMENTE COMMETTO LO STESSO PECCATO. SE ACCADE DEVO CHIEDERE PERDONO A DIO, RICHIEDERE IL SUO AIUTO E CERCARE DI ALLONTANARMI IL PIÙ’ POSSIBILE DAL PECCATO COMMESSO E DALLE CIRCOSTANZE CHE LO HANNO PERMESSO.

288) 03.02.2006 LA VITA NON E’ DETTO CHE DEBBA PROCEDERE IN MODO REGOLARE E COSTANTE, VI POSSONO ESSERE DEI CAMBIAMENTI SUI MODI DI VIVERE, UN MODO DI VIVERE CHE PRIMA ANDAVA BENE POI PUÒ’ ESSERE CAMBIATO E ANDARE ALTRETTANTO BENE, L’IMPORTANTE E’ SEGUIRE LA VIA CHE IL SIGNORE CI INDICA. IL MIO LAVORO PRIMA ANDAVA BENE FATTO IN UN MODO, POI NON PIÙ’.

289) 04.02.2006 NON HO EFFETTUATO VENDITE PER DUE MESI. MI E’ CAPITATO DI FARE UN PROBABILE ACQUISTO DI AUTO E GIÀ’ SENTO IL MIO CUORE RIEMPITO DI ORGOGLIO E HO LA SUPERBIA A FIOR DI PELLE, SONO SOLO E GRAZIE A DIO NON L’HO MANIFESTATA. MI INORGOGLISCO E INSUPERBISCO FACILMENTE APPENA OTTENGO UNA COSA DA ME AMBITA.

290) 05.02.2006 SENZA L’AIUTO DI DIO L’UOMO DISTRUGGE E SI AUTODISTRUGGE.

291) 06.02.2006 APPENA AVVERTI UN ATTACCO DI SATANA ( MONDO – CARNE O SATANA ) CHIEDI AIUTO ALLA MADONNA.

292) 07.02.2006 SIA IL TUO PARLARE SI SI NO NO IL RESTO VIENE DA SATANA.

293) 07.02.2006 TOGLI PRIMA LA TRAVE DAL TUO OCCHIO E POI CI VEDRAI BENE PER TOGLIERE LA PAGLIUZZA DALL’OCCHIO DI TUO FRATELLO.

294) 07.02.2006 – 0=SANTO 10=DIAVOLO – MAN MANO CHE SI PECCA ALZIAMO IL LIVELLO DELLA SCALA, NEI VALORI BASSI AVVERTIAMO MENO IL DISTACCO DA DIO (1-2-3 …) POI LO COMINCIAMO AD AVVERTIRE SEMPRE DI PIÙ’ CON ANSIA, NERVOSISMO E INSTABILITÀ’ EMOTIVA PIÙ’ MARCATE, SE PERSEVERIAMO IL CUORE INDURISCE E NON AVVERTIAMO PIÙ’ LA VOCE DI DIO. UNA PERSONA CHE HA SUPERATO UNA CERTA SOGLIA NEL LIVELLO DEL PECCATO NON SOPPORTA NULLA DAGLI ALTRI E SE GLI ALTRI SONO ANCH’ESSI NEL PECCATO GLI SCONTRI SARANNO DURISSIMI. CHIEDERE PERDONO DEI PECCATI COMMESSI PREGARE E ATTENDERE IL LIVELLO SI ABBASSERÀ.

295) 08.02.2006 PER LA BALBUZIE LASCIA CHE LE PAROLE ESCANO NATURALMENTE COME UNA MELODIA CON CALMA E IN RILASSATEZZA SENZA FORZARLE A USCIRE.

296) 10.02.2006 DEVO RESTARE LIBERO FISICAMENTE E MENTALMENTE DA OGNI INIZIATIVA PERSONALE E IN SILENZIO (SI SI NO NO) PER ASCOLTARE LA PAROLA DEL SIGNORE E METTERLA IN PRATICA.

297) 13.02.2006 FARE IL PROPRIO LAVORO IN MODO NATURALE SENZA FORZARE IN MODO DIRETTO O INDIRETTO, IN MODO CHE SCORRE E SENZA PREOCCUPARSI DELL’ESITO FINALE. INSOMMA NON ATTACCARTICI E SCHIAVIZZARTICI.

298) 14.02.2006 DA RADIO MARIA CATECHESI IL FALSARIO: DIRE DI NO ALLE PROPOSTE DI ALTRE PERSONE SE NON LE VEDI NELLA VOLONTA’ DI DIO.

299) 14.02.2006 SE NON ASSOLVI BENE IL LAVORO CHE IL SIGNORE TI HA DATO, LO SVAGO NON E’ MERITATO E SE LO PRATICHI NON TI PIACE.

300) 19.02.2006 TRA I PECCATI MORTALI E VENIALI ALCUNI NON LI VEDI, SONO RICONOSCIBILI SOLO QUANDO IL COMPORTAMENTO DI UN ALTRO TI DA FASTIDIO. QUELLO E’ IL TUO PECCATO.

SANTO ROSARIO AUDIO    CORONCINE – MEDITAZIONI – NOVENE – PREGHIERE VARIE – COMMENTI AI VANGELI – LITANIE    PREGHIERE PRINCIPALI LIBERE – PREGHIERA DOPO AVER PECCATO – PREGHIERA PER CHIEDERE LA SAPIENZA

Il Signore parla al cuore di ciascuno di noi, ascoltarlo significa valutare bene le situazioni in cui ci troviamo e, se lo desideriamo, viverle nella sua volontà, non dimentichiamo ciò che ci disse nel Vangelo di Giovanni…

—————————————–

Dal Vangelo di Giovanni 15,5: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

… e non dimentichiamo nemmeno di chiedere il suo aiuto, sempre se lo desideriamo.

————————————–

(Le foto eventuali, dei personaggi, sono state prese su Google / Immagini, per cui, anche se le loro azioni sono in sintonia con l’argomento trattato, non necessariamente debbono corrispondere ai personaggi stessi di questo articolo).

Vedi tutti gli articoli del blog: https://brunoliviano.altervista.org/

8 pensieri su “(Memoriali)* 04 – Rivelazioni e meditazioni da 201 a 300

Lascia una risposta