(Cammino Neocatecumenale)* 09 – 2ª fase: riscoperta del catecumenato

Risultati immagini per cammino neocatecumenale

2ª fase: riscoperta del catecumenato

Rivivendo le tappe del “Primo” e del “Secondo Scrutinio battesimale”, che costituiscono la prima parte del battesimo, si passa al “catecumenato post-battesimale”, che è un tempo di combattimento spirituale per acquistare la semplicità interiore dell’uomo nuovo che, come nello Shemà ebraico, «ama Dio come unico Signore, con tutto il cuore, con tutta la mente, con tutte le forze» e che, come nel vangelo, «ama il prossimo come se stesso». La Chiesa, nella persona del Vescovo (o di un suo rappresentante) soccorre il neocatecumeno, nel combattimento interiore, che caratterizza questa fase, attraverso alcune consegne:

  • l’iniziazione alla preghiera (con la consegna della Liturgia delle Ore come preghiera quotidiana del cristiano);
  • la Traditio Symboli (consegna del Credo) che è seguita dalla testimonianza pubblica della propria fede, detta Redditio Symboli;
  • la consegna del Padre Nostro (nell’abbandono filiale alla Vergine Maria).

—————————————–

Il Signore parla al cuore di ciascuno di noi, ascoltarlo significa valutare bene le situazioni in cui ci troviamo e, se lo desideriamo, viverle nella sua volontà, non dimentichiamo ciò che ci disse nel Vangelo di Giovanni…

—————————————–

Dal Vangelo di Giovanni 15,5: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

… e non dimentichiamo nemmeno di chiedere il suo aiuto, sempre se lo desideriamo.

————————————–

(Le foto eventuali, dei personaggi, sono state prese su Google / Immagini, per cui, anche se le loro azioni sono in sintonia con l’argomento trattato, non necessariamente debbono corrispondere ai personaggi stessi di questo articolo).

Vedi tutti gli articoli del blog: https://brunoliviano.altervista.org/

Lascia una risposta