Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto.

Risultati immagini per amico che bussa a mezzanotte bibbia

Luca 11,1-13

1 Un giorno Gesù si trovava in un luogo a pregare e quando ebbe finito uno dei discepoli gli disse: «Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli». 2 Ed egli disse loro: «Quando pregate, dite:
Padre, sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno;
3 dacci ogni giorno il nostro pane quotidiano,
4 e perdonaci i nostri peccati,
perché anche noi perdoniamo ad ogni nostro debitore,
e non ci indurre in tentazione».
5 Poi aggiunse: «Se uno di voi ha un amico e va da lui a mezzanotte a dirgli: Amico, prestami tre pani, 6 perché è giunto da me un amico da un viaggio e non ho nulla da mettergli davanti; 7 e se quegli dall’interno gli risponde: Non m’importunare, la porta è già chiusa e i miei bambini sono a letto con me, non posso alzarmi per darteli; 8 vi dico che, se anche non si alzerà a darglieli per amicizia, si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono almeno per la sua insistenza.
9 Ebbene io vi dico: Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. 10 Perché chi chiede ottiene, chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto. 11 Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pane, gli darà una pietra? O se gli chiede un pesce, gli darà al posto del pesce una serpe? 12 O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione? 13 Se dunque voi, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro celeste darà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono!».

Commento di padre Paul Devreux

Gesù si trovava in un luogo a pregare; quando ebbe finito, uno dei suoi discepoli gli disse: «Signore, insegnaci a pregare
– Bellissima domanda! Gesù prega e fa piacere vederlo pregare; suscita una sana invidia.

Ed egli disse loro: «Quando pregate, dite: Padre,
– Non Dio o Signore. Siamo davanti al Padre, non davanti al trono di un faraone. Posso discernere se l’ho capito semplicemente da come entro in Chiesa: se saluto tutti allegramente significa che ho capito che sono entrato in casa mia. Se entro con atteggiamento ossequioso e esigo il silenzio e rispetto da tutti, non ci siamo.

sia santificato il tuo nome,
– Questo desidero; che tutti ti riconoscano come Dio e faccio il possibile perché succeda.

venga il tuo regno;
– regno di giustizia e di pace, regno alternativo a quelli basati sulla violenza. Anche qui, dire che lo voglio e che m’impegno a costruirlo è la stessa cosa. Volerlo e aspettarlo dal Cielo o dall’opera degli altri, non è serio.

dacci ogni giorno il nostro pane quotidiano,
– Il pane è tutto ciò che serve per vivere, ma sopratutto serve il pane del Cielo che è Gesù: Caro Papa, non farci mancare la presenza e l’aiuto di Gesù, vero pane e vero cibo.

e perdona a noi i nostri peccati,
– Dimenticali!

anche noi infatti perdoniamo a ogni nostro debitore,
– sono in grado di farlo ogni volta che prendo coscienza del fatto che tu hai perdonato i miei; è una conseguenza dell’amore ricevuto dal Padre.

e non abbandonarci alla tentazione».
– sai quanto sono deboli; sai meglio di me quali sono i miei limiti, come conoscevi i limiti di Pietro.

Poi disse loro: «Se uno di voi ha un amico e a mezzanotte va da lui a dirgli: “Amico, prestami tre pani, perché è giunto da me un amico da un viaggio e non ho nulla da offrirgli”, e se quello dall’interno gli risponde: “Non m’importunare, la porta è già chiusa, io e i miei bambini siamo a letto, non posso alzarmi per darti i pani”, vi dico che, anche se non si alzerà a darglieli perché è suo amico, almeno per la sua invadenza si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono.
Ebbene, io vi dico: chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto.
– Non perché non sappia ciò che mi serve, ma perché pregando mi metto nella giusta relazione con mio Padre.

Perché chiunque chiede riceve e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto. Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pesce, gli darà una serpe al posto del pesce? O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione? Se voi dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro del cielo darà lo Spirito Santo a quelli che glielo chiedono!».

Buona preghiera.

—————————————–

Il Signore parla al cuore di ciascuno di noi, ascoltarlo significa valutare bene le situazioni in cui ci troviamo e, se lo desideriamo, viverle nella sua volontà, non dimentichiamo ciò che ci disse nel Vangelo di Giovanni…

—————————————–

Dal Vangelo di Giovanni 15,5: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

… e non dimentichiamo nemmeno di chiedere il suo aiuto, sempre se lo desideriamo.

————————————–

(Le foto eventuali, dei personaggi, sono state prese su Google / Immagini, per cui, anche se le loro azioni sono in sintonia con l’argomento trattato, non necessariamente debbono corrispondere ai personaggi stessi di questo articolo).

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazioni su questo sito

Questo può essere un buon posto per presentare te stesso ed il tuo sito o per includere alcuni crediti.

Come trovarci

Indirizzo
P.zza Duomo 123
20100 Milano (MI)

Orari
Lunedì—Venerdì: 09:00–17:00
Sabato e Domenica: 11:00–15:00