(Cristianesimo Cattolico)* 53 – Sapienza e rettitudine

(Sir 1,25-30) 25 Fra i tesori della sapienza ci sono massime sapienti,ma per il peccatore è obbrobrio la pietà verso Dio. 26 Se desideri la sapienza, osserva i comandamenti e il Signore te la concederà. 27 Il timore del Signore è sapienza e istruzione,
egli si compiace della fedeltà e della mansuetudine. 28 Non essere disobbediente al timore del Signore e non avvicinarti ad esso con cuore falso. 29 Non essere ipocrita davanti agli uomini
e fa’ attenzione alle parole che dici. 30 Non esaltarti, se non vuoi cadere e attirare su di te il disonore; il Signore svelerà i tuoi segreti e ti umilierà davanti all’assemblea, perché non ti sei avvicinato al timore del Signore e il tuo cuore è pieno d’inganno.

Immagine correlataIl Signore parla al cuore di ciascuno di noi, ascoltarlo significa valutare bene le situazioni in cui ci troviamo e, se lo desideriamo, viverle nella sua volontà, non dimentichiamo ciò che ci disse nel Vangelo di Giovanni…

—————————————–

Dal Vangelo di Giovanni 15,5: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

… e non dimentichiamo nemmeno di chiedere il suo aiuto, sempre se lo desideriamo.

————————————–

(Le foto eventuali, dei personaggi, sono state prese su Google / Immagini, per cui, anche se le loro azioni sono in sintonia con l’argomento trattato, non necessariamente debbono corrispondere ai personaggi stessi di questo articolo).

Vedi tutti gli articoli del blog: http://brunoliviano.altervista.org/

Lascia una risposta