Zolfo e fuoco su Sodoma e Gomorra …

Nella Bibbia sono narrati avvenimenti incredibili. Uno di questi è la distruzione di Sodoma e Gomorra(Genesi, dal capitolo 18 versetto 20 al capitolo 19 versetto 26).

Dio voleva distruggere le due città e disse ad Abramo: Il grido contro Sodoma e Gomorra è troppo grande e il loro peccato è molto grave. Voglio scendere a vedere se proprio hanno fatto tutto il male di cui è giunto il grido fino a me, lo voglio sapere!

Dio promise che se trovava qualche giusto non distruggeva le due città.

Dio mandò degli uomini a Sodoma, Lot li ospitò in casa sua. Gli abitanti di Sodoma bussarono alle porte e dissero ad Abramo di portargli fuori quei due uomini che ospitava, perchè ne volevano abusare. Lot gli disse di non far loro del male, e in cambio gli offrì le sue due figlie e gli disse che potevano farne ciò che volevano.

Spingendosi violentemente contro Lot, si avvicinarono per sfondare la porta. Allora dall’interno della casa, gli uomini sporsero le mani, trassero in casa Lot e chiusero la porta. Poi colpirono con un abbaglio accecante dal più grande al più piccolo (probabilmente usarono un raggio laser) così che gli abitanti di Sodoma non riuscirono più a trovare la porta.

In seguito quegli uomini dissero a Lot: Chi hai ancora qui? Il genero, i tuoi figli, le tue figlie, e quanti hai in città, falli uscire da questo luogo. Perchè noi stiamo per distruggere questo luogo: il grido innalzato contro di loro davanti al Signore è grande e il Signore ci ha mandati a distruggerli. Lot uscì a parlare ai suoi generi e li avvertì che Dio stava per distruggere la città! Ai suoi generi sembrò che Lot stesse scherzando.

Quando apparve l’alba, gli uomini mandati da Dio, fecero premura a Lot, dicendo: Su, prendi tua moglie e le tue figlie che hai qui ed esci per non essere travolto nel castigo delle città.

Gli uomini presero per mano Lot, sua moglie e le sue figlie, lo fecero uscire e lo condussero fuori della città. Dopo averli condotti fuori, uno di loro disse: Fuggi, per la tua vita. Non guardare indietro e non fermarti dentro la valle: fuggi per le montagne, per non essere travolto!

Sappiamo che in caso di attacco nucleare viene detto di mettersi a riparo e di non guardare l’epicentro del disastro.

La moglie di Lot che guardò indietro divenne una colonna di sale.

Dio aspettò che Lot arrivasse nella città di Zoar.

Quando Lot era arrivato a Zoar, Dio fece piovere dai cieli zolfo e fuoco su Sodoma e Gomorra . Gli effetti devastanti, potrebbero essere quelli di un bombardamento atomico. L’arma, inoltre distrusse anche la valle e la vegetazione del suolo.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 Il Signore parla al cuore di ciascuno di noi, ascoltarlo significa valutare bene le situazioni in cui ci troviamo e, se lo desideriamo, viverle nella sua volontà, non dimentichiamo ciò che ci disse nel Vangelo di Giovanni…

—————————————–

Dal Vangelo di Giovanni 15,5: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

… e non dimentichiamo nemmeno di chiedere il suo aiuto, sempre se lo desideriamo.

————————————–

(Le foto eventuali, dei personaggi, sono state prese su Google / Immagini, per cui, anche se le loro azioni sono in sintonia con l’argomento trattato, non necessariamente debbono corrispondere ai personaggi stessi di questo articolo).

Vedi tutti gli articoli del blog: http://brunoliviano.altervista.org/

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazioni su questo sito

Questo può essere un buon posto per presentare te stesso ed il tuo sito o per includere alcuni crediti.

Come trovarci

Indirizzo
P.zza Duomo 123
20100 Milano (MI)

Orari
Lunedì—Venerdì: 09:00–17:00
Sabato e Domenica: 11:00–15:00