(Lotta contro il male)* 28 – “Come ha potuto Dio permettere che avvenisse una sciagura del genere? “

Dopo la tragedia delle 2 Torri: 11 sett. 2001 ed il maremoto: 26 dic. 2004

Risultati immagini per torri gemelle attentato

“Come ha potuto Dio permettere che avvenisse una sciagura del genere? “

La risposta che ha dato Jane Clacson, ragazza orfana a causa della Tragedia  delle Twin Towers, ad una Tv americana è estremamente profonda e intelligente: (valida anche per la tragedia del maremoto n.d.r.)

“Io credo che Dio sia profondamente rattristato da questo, proprio come lo siamo noi, ma per anni noi gli abbiamo detto di andarsene dalle nostre scuole, di andarsene dal nostro governo, di andarsene dalle nostre vite.
Ed essendo Lui quel gentiluomo che è, io credo che Egli con calma si sia fatto da parte, anche se continua ad amarci, nonostante tutto!

Come possiamo sperare di notare che Dio ci dona ogni giorno la Sua benedizione e la Sua protezione se Gli diciamo: “lasciaci soli”? (…)

Considerando i recenti avvenimenti… attacchi terroristici, sparatorie nelle scuole… ecc. penso che tutto sia cominciato quando 15 anni fa Madeline Murray O’Hare ha ottenuto che non fosse più consentita alcuna preghiera nelle nostre scuole americane e le abbiamo detto OK.

Poi qualcuno ha detto: “è meglio non leggere la Bibbia nelle scuole”… (la stessa Bibbia che dice, Tu non ucciderai, Tu non  ruberai, ama il tuo prossimo come te stesso) e noi gli abbiamo detto OK.

Poi, il dottor Benjamin Spock ha detto che noi non dovremmo sculacciare i nostri figli se si comportano male perché la loro personalità viene deviata e potremmo arrecare danno alla loro autostima, e noi abbiamo detto “un esperto sa di cosa sta parlando” e così abbiamo detto OK.

Poi, qualcuno ha detto che sarebbe opportuno che gli insegnanti e i presidi non puniscano i nostri figli quando si comportano male, e noi abbiamo detto OK.

Poi alcuni politici hanno detto: “Non è importante ciò che facciamo in  privato purché facciamo il nostro lavoro” e d’accordo con loro, noi abbiamo detto OK.

Poi qualcuno ha detto: “Il presepe non deve offendere le minoranze”, così nel famoso museo Madame Tussaud di Londra al posto di Maria e Giuseppe hanno messo la Spice girl Victoria e Beckham e noi abbiamo detto OK.

Poi qualcuno ha detto: ” Stampiamo riviste con fotografie di donne nude e chiamiamo tutto ciò salutare apprezzamento per la bellezza del corpo femminile” e noi gli abbiamo detto ok.

Ora ci chiediamo come mai i nostri figli non hanno coscienza e non  sanno distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato.

Probabilmente, se ci pensiamo bene noi raccogliamo ciò che abbiamo seminato”.

Buffo … come è semplice per la gente gettare Dio nell’immondizia e  meravigliarsi perché il mondo stia andando alla rovina!

Buffo … come crediamo a quello che dicono i giornali, ma contestiamo  ciò che dice la Bibbia.

Buffo … come tutti vogliono andare in Paradiso, ma al tempo stesso  non vogliono credere, pensare e fare niente di ciò che dice la Bibbia.

Buffo … come si mandino migliaia di barzellette che si propagano  come un incendio, ma quando si incomincia a mandare messaggi che riguardano il Signore, le persone ci pensano due volte a scambiarseli.

Buffo … come tutto ciò che è indecente, scabroso, volgare e osceno circoli liberamente ovunque mentre le discussioni pubblicate su Dio siano state soppresse a scuola o sul posto di lavoro.

Buffo … come a Natale nelle scuole la recita per i genitori non  possa più essere sulla natività ed al suo posto venga proposta una favola di  Walt Disney.

Buffo … come si stia a casa dal lavoro per una festività religiosa,  e non si conosca nemmeno quale sia la ricorrenza.

Buffo … come qualcuno possa infervorarsi tanto per Cristo la  domenica, mentre è di fatto un cristiano invisibile durante il resto della settimana.

Buffo … come posso essere più preoccupato di ciò che pensa la gente di me piuttosto che di ciò che Dio pensa di me. Lo disse un giorno anche Don Bosco ad un gruppo di seminaristi di Roma.

————————————–

Il Signore parla al cuore di ciascuno di noi, ascoltarlo significa valutare bene le situazioni in cui ci troviamo e, se lo desideriamo, viverle nella sua volontà, non dimentichiamo ciò che ci disse nel Vangelo di Giovanni…

—————————————–

Dal Vangelo di Giovanni 15,5: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

… e non dimentichiamo nemmeno di chiedere il suo aiuto, sempre se lo desideriamo.

————————————–

(Le foto eventuali, dei personaggi, sono state prese su Google / Immagini, per cui, anche se le loro azioni sono in sintonia con l’argomento trattato, non necessariamente debbono corrispondere ai personaggi stessi di questo articolo).

Vedi tutti gli articoli del blog: http://brunoliviano.altervista.org/

Lascia una risposta