[290] I misteri avvenuti dall’ultima cena fino all’orto degli ulivi incluso (Matteo 26; Marco 14).

Risultati immaginiPrimo punto. Finita la cena e cantando l’inno, il Signore si reca sul monte Oliveto, con i discepoli pieni di paura; ne lascia otto nel Getsemani e dice: “Sedetevi qui, mentre io vado là a pregare”.
Secondo punto. Presi con sé san Pietro, san Giacomo e san Giovanni, prega il Signore per tre volte dicendo: “Padre, se è possibile, passi da me questo calice; però non sia fatta la mia volontà, ma la tua”. E in preda all’angoscia pregava più intensamente.
Terzo punto. Giunge a tal punto di paura, che dice: “La mia anima è triste fino alla morte”; e suda sangue tanto copiosamente, che san Luca dice: “Il suo sudore diventò come gocce di sangue che cadevano a terra”; questo fa supporre che le sue vesti fossero già piene di sangue.

————————————–

Il Signore parla al cuore di ciascuno di noi, ascoltarlo significa valutare bene le situazioni in cui ci troviamo e, se lo desideriamo, viverle nella sua volontà, non dimentichiamo ciò che ci disse nel Vangelo di Giovanni…

—————————————–

Dal Vangelo di Giovanni 15,5: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

… e non dimentichiamo nemmeno di chiedere il suo aiuto, sempre se lo desideriamo.

————————————–

Vedi tutti gli articoli del blog: http://brunoliviano.altervista.org/

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazioni su questo sito

Questo può essere un buon posto per presentare te stesso ed il tuo sito o per includere alcuni crediti.

Come trovarci

Indirizzo
P.zza Duomo 123
20100 Milano (MI)

Orari
Lunedì—Venerdì: 09:00–17:00
Sabato e Domenica: 11:00–15:00