(Esercizi spirituali)* 04 – 4°Annotazione utile per comprenderli meglio

Premessa: Queste sono annotazioni per avere una qualche comprensione degli esercizi spirituali, di Sant’Ignazio di Loyola, che seguiranno e per aiutare sia chi li deve proporre e sia chi li deve fare.

4° (Quarta) annotazione di 20:

Agli esercizi che seguono sono assegnate quattro settimane,
corrispondenti alle quattro parti in cui si dividono gli esercizi stessi:

nella prima si considerano e si contemplano i peccati;

nella seconda la vita di Cristo nostro Signore fino al giorno delle Palme incluso;

nella terza la passione di Cristo nostro Signore;

nella quarta la risurrezione e l’ascensione, aggiungendo i tre modi di pregare.

Con questo non si intende che ogni settimana debba durare necessariamente sette o otto giorni; infatti può accadere che nella prima settimana alcuni siano più lenti nel trovare quello che cercano, cioè pentimento, dolore e lacrime per i loro peccati, oppure che alcuni siano più diligenti di altri, o più agitati o messi alla prova da diversi spiriti.

Perciò conviene a volte abbreviare e a volte allungare la settimana; lo stesso vale per le settimane successive, cercando di ottenere il frutto corrispondente all’argomento trattato.

In ogni modo gli esercizi si concluderanno più o meno in trenta giorni.

Risultati immagini

Il Signore parla al cuore di ciascuno di noi, ascoltarlo significa valutare bene le situazioni in cui ci troviamo e, se lo desideriamo, viverle nella sua volontà, non dimentichiamo ciò che ci disse nel Vangelo di Giovanni…

—————————————–

Dal Vangelo di Giovanni 15,5: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

… e non dimentichiamo nemmeno di chiedere il suo aiuto, sempre se lo desideriamo.

————————————–

Vedi tutti gli articoli del blog:           http://brunoliviano.altervista.org/

Lascia una risposta