Satana è astuto, non va sottovalutato, esiste e non è un povero diavolo.
Interroga la donna e non l’uomo, perché? Perché la donna riesce più facilmente a convincere l’uomo e non il contrario.
Le tende una trappola con una falsa domanda, a trucco, per intavolare un discorso, per rompere il ghiaccio, dice:  E’ vero che Dio ha detto ” non dovete mangiare di alcun albero del giardino?” Falso, Dio aveva detto di un solo albero.
Eva che fa? Cerca di convincerlo che si trattava di un solo albero, ma Satana lo sapeva già.
[ La stessa cosa succede a noi quando discutiamo con il demonio sulle tentazioni che ci propina nella mente e poi le facciamo scendere nel cuore ].
 Andiamo avanti, Dio aveva detto che se mangiavano dell’albero morivano e Satana dice di no, che fa Eva? Crede a Satana.
[ La stessa cosa succede a noi quando non ascoltiamo la Parola di Dio e, per conseguenza, ascoltiamo quella del demonio].
 Egli si era ribellato a Dio perché voleva essere dio al posto di Dio, nel dire ad Eva:«Non morirete affatto! Anzi, Dio sa che il giorno in cui voi ne mangiaste si aprirebbero i vostri occhi e sareste come Dio, conoscendo il bene e il male», non fa altro che iniettare la sua tendenza velenosa ad Eva, la quale, per aver accettato di dialogare con lui, rimane infettata dal desiderio di conoscere il bene e il male e di poter condurre la propria vita e quella degli altri, decidere cosa è giusto e cosa non lo è, praticamente essere dio al posto di Dio, esattamente come voleva essere Satana.
[ La stessa cosa succede a noi quando vogliamo essere il dio della nostra vita, decidere  cosa è bene e cosa è male per noi e per gli altri e non ascoltare la Parola di Dio che ci parla nel cuore e ci guida su ciò che effettivamente è buono e ci allontana da ciò che è  male ].
 In effetti, appena infestata cerca, e ci riesce, a trascinarsi dietro Adamo, il quale, dietro la richiesta aggressiva e superba di Eva, già, chi cede al demonio non è altruista, non ama il prossimo e non rispetta la loro libertà, ma impone, perché riceve il veleno del demonio che, giova ricordarlo, “voleva essere dio al posto di Dio”, quindi, aggredito, sottomesso dalla superbia e dall’aggressività di Eva, per non farla dispiacere e intimorito, accetta di mangiare dell’albero.

[ La stessa cosa succede a noi, che siamo indeboliti, quando non ascoltiamo la Parola di Dio e prendiamo in considerazione quella di chi vuole agire contro i suoi insegnamenti, che sia la moglie il marito o chiunque altro/a ].

 Praticamente Eva ha ceduto a Satana e Adamo ha ceduto ad Eva che era nel peccato. Dio li avrebbe fatti come Lui per dono, senza alcun merito da parte loro e invece? Hanno cercato di essere dio con forza e arroganza.

[ La stessa cosa succede a noi quando non accettiamo la storia che Dio ci manda, sicuramente per il nostro bene e farla noi, sicuramente per il nostro male, appunto come è successo ad Adamo ed Eva ].

Consumato il peccato si accorgono di essere nudi.
[La stessa cosa succede a noi dopo il peccato, ci accorgiamo di essere vulnerabili, in quanto privi della protezione del Signore].

 Gratuito? No grazie, sono in grado, con le mie forze, di prenderlo da me. Ecco come agiamo lontano dal Signore e con che risultati.

                                                ———————————-
Gesù ci disse: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 
Perciò non dimentichiamo di chiedere il suo aiuto se scegliamo di seguirlo.
                                       —————————————
  (Le foto dei personaggi, di questo racconto, sono state prese su Google/Immagini, non corrispondono, quindi, ai personaggi stessi di quanto esposto).

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *