Giacomo 2:12

Parlate e agite come persone che devono essere giudicate secondo la legge di libertà.

 In effetti quante volte ci capita di dover “pilotare” gli altri alla nostra volontà, di manipolare le loro menti per soddisfare i nostri bisogni, le nostre presunte necessità e ne sentiamo rimorso, ansia, apprensione nell’animo, nervosismo, tensione.
Non ci hai fatto mai caso? Prova a prestarci attenzione e se riscontri questo la colpa non è degli altri e nemmeno nostra, ovvero lo è indirettamente perché essendoci impelagati in un qualcosa che ha tolto la nostra libertà cerchiamo di riconquistarla a discapito degli altri, a scaricare su di essi, con il “pilotaggio”, ciò che ci ha schiavizzati togliendoci la libertà. Però nulla è perduto e per uscirne il Signore esorta Israele e a tutti noi in questo salmo:

Salmo 80 14-17

“Se il mio popolo mi ascoltasse, se Israele camminasse per le mie vie! Subito piegherei i suoi nemici e contro i suoi avversari porterei la mia mano.
I nemici del Signore gli sarebbero sottomessi e la loro sorte sarebbe segnata per sempre; li nutrirei con fiore di frumento, li sazierei con miele di roccia”.

Gesù ci disse: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 
Perciò non dimentichiamo di chiedere il suo aiuto se scegliamo di seguirlo.
 (Le foto dei personaggi, di questo racconto, sono state prese su Google/Immagini).

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazioni su questo sito

Questo può essere un buon posto per presentare te stesso ed il tuo sito o per includere alcuni crediti.

Come trovarci

Indirizzo
P.zza Duomo 123
20100 Milano (MI)

Orari
Lunedì—Venerdì: 09:00–17:00
Sabato e Domenica: 11:00–15:00