Da questi versetti della sapienza il Signore ci fa comprendere che gli ingiusti sono coloro che tentano, invano, di dominare chi crede e ha fede in Dio. E chi sono questi ingiusti? Sono coloro che, rigettando i suoi comandamenti, agiscono con lo scopo di voler imporre la propria volontà, il proprio modo di vedere le cose, il proprio io e pretendono, con manipolazioni psicologiche e fisiche, di trascinarsi dietro chi è contro di loro, appunto il popolo di Dio.

In pratica chi non è con Dio gli è contro. E chi gli è contro? Satana e i suoi adepti che sono stati ingannati dalle sue menzogne e credono in lui.

Attenzione a chi risponde a questi requisiti perché verranno esclusi dalla provvidenza eterna, resteranno senza Dio, vivranno spaventati e sconvolti da visioni.

 Libri Poetici – Sapienza  Sap 17,2  


Infatti gli ingiusti, avendo preteso di dominare il popolo santo, prigionieri delle tenebre e incatenati a una lunga notte, chiusi sotto i loro tetti, giacevano esclusi dalla provvidenza eterna. Credendo di restare nascosti con i loro peccati segreti, sotto il velo oscuro dell’oblio,furono dispersi, terribilmente spaventati e sconvolti da visioni.

Gesù ci disse: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 
Perciò non dimentichiamo di chiedere il suo aiuto se scegliamo di seguirlo.
 (Le foto dei personaggi, di questo racconto, sono state prese su Google/Immagini).

 

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *