Vangeli – Marco  Mc 12,46  
Guardatevi dagli scribi, che vogliono passeggiare in lunghe vesti e si compiacciono di essere salutati nelle piazze, di avere i primi seggi nelle sinagoghe e i primi posti nei banchetti.
San Marco, nel suo vangelo, ci mette in guardia da chi cerca di stare al centro dell’attenzione per la ricerca dei primi posti dicendoci di guardarci da essi. Quindi, chi fa questo, compie un’azione negativa per se stesso e per gli altri.
 Uno che sta a capo o eccelle in qualche specialità, diventa un falso punto di riferimento per chi lo addita come tale, non perché lui lo voglia, ma perché altri ce lo fanno diventare.

 In effetti, molti, fanno questo perché non conoscono qual’è quello vero, il nostro Signore Gesù Cristo.

Come tale, il soggetto, falso punto di riferimento, “potrebbe” essere condizionato a non poter fare più fare quello che vuole e ad essere se stesso.
Cioè?
La tentazione del dispiacere della gloria che svanirebbe e la conseguente perdita della leadership, se gli altri non lo prendessero più in considerazione, lo “potrebbero” portare a non essere più se stesso e a fare ciò che gli altri si aspettano da lui e a perdere, per conseguenza, la propria libertà.

Gesù ci disse: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

Perciò non dimentichiamo di chiedere il suo aiuto se scegliamo di seguirlo.
 (Le foto dei personaggi, di questo racconto, sono state prese su Google/Immagini, per cui non corrispondono ai personaggi stessi di questa storia).

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazioni su questo sito

Questo può essere un buon posto per presentare te stesso ed il tuo sito o per includere alcuni crediti.

Come trovarci

Indirizzo
P.zza Duomo 123
20100 Milano (MI)

Orari
Lunedì—Venerdì: 09:00–17:00
Sabato e Domenica: 11:00–15:00