Cos’è che mi rende impuro? Penso alle mie critiche, ai miei giudizi, alle mie condanne, alle mie paure. A tutto ciò che nasce dal cuore e mi rende impuro.
Mi isola. Mi incatena.
Penso al mio sguardo, che non è puro. La mia impurità mi rende schivo, egoista, centrato su me stesso, schiavo.
Da dove viene la mia critica?
 Spesso critico quando non mi piace come agiscono gli altri e voglio che si comportino come voglio io. Condanno i loro modi, li giudico, li critico.
Altre volte lo faccio perché il mio cuore non è in pace. È malato, ferito, e non è contento della sua vita. Tutto gli sembra andare male e lo condanna.
 L’anima è ferita d’amore. E quella ferita mi rende malato. Nella mia malattia non sopporto la salute altrui. Non sopporto i loro successi.
Nella mia malattia mi ribello contro l’ingiustizia di questo mondo, contro Dio che resta immobile davanti al mio dolore. Nel fondo dell’anima voglio essere puro.

Però non dimentichiamo mai che …

Gesù ci disse: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

… e non dimentichiamo nemmeno di chiedere il suo aiuto.

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazioni su questo sito

Questo può essere un buon posto per presentare te stesso ed il tuo sito o per includere alcuni crediti.

Come trovarci

Indirizzo
P.zza Duomo 123
20100 Milano (MI)

Orari
Lunedì—Venerdì: 09:00–17:00
Sabato e Domenica: 11:00–15:00