In effetti, giudicando gli altri, oltre che appropriarci una mansione riservata a Dio solo, mascheriamo le nostre mancanze, non vediamo cosa il Signore voleva dirci con quel dato avvenimento perché puntiamo il dito sugli altri.
Non possiamo cambiare sette miliardi di persone adattandole al nostro carattere, l’avvenimento che ci è capitato serve a noi, al nostro cambiamento, non a quello degli altri, ognuno deve cercare di migliorarsi nella sua storia, facendo così oltre a migliorare noi stessi, miglioreremo anche gli altri perché saremmo luce e sale sulla terra.

 Vangeli – Matteo  Mt 5,13  

Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente.

Però non dimentichiamo mai che …

Gesù ci disse: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

… e non dimentichiamo nemmeno di chiedere il suo aiuto.

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *