La Madre dei fiori,

quando per la prima volta apparve sulla terra, si fece accompagnare dai suoi figli: Peonia,

Loto,

Crisantemo,


Calicanto


e Nanchino.

Raccomandò loro di fiorire in tutto il mondo.

Peonia, Loto, Crisantemo e Calicanto si misero subito all’opera disputandosi la migliore fioritura.

Nanchino invece pensò: «Perché fiorire così in fretta? Presto o tardi… è lo stesso! I fiori non sono mai esistiti sulla terra: essere primi significa anche rischiare!»

In primavera i boccioli della Peonia esplosero in fiori di colore rosso, bianco-neve e verde.

Vedendoli Nanchino esclamò: «Formidabile! Sarebbe meraviglioso se anch’io potessi fiorire così… Fiorirò quest’estate».

Sopraggiunse l’estate. Il sole splendeva.

Nanchino si disse: «Il calore è insopportabile. Fiorire adesso significa appassire in fretta».

In quell’istante si aprirono i fiori di Loto.

 

Nanchino pensò: «È bello fiorire in estate, ma è troppo tardi. Fiorirò in autunno».

Arrivò l’autunno. Il tempo era bello e fresco. Nanchino, soddisfatto del clima e del paesaggio multicolore, si addormentò.

Al risveglio vide fiorire il Crisantemo

e decise: «È troppo tardi, fiorirò durante la prossima stagione».

In inverno fiorì il Calicanto.

Nanchino, nascosto in mezzo all’erba secca, non si lasciò neppure sfiorare dall’idea di fiorire, a causa del freddo.

E così il tempo passò, senza che Nanchino conoscesse mai il dolce profumo dei propri fiori.

Dio chiede di fiorire e di portare frutto nei tempi e nel luogo che riterrà opportuno …

Spesso noi prendiamo tempo e quello diventa tempo perso, con il rischio altissimo di perdere il … “treno”

perché, schiavizzati dalle cose terrene, che sono la radice di tutti i mali, in particolare …

Questo invito è un’occasione privilegiata per impegnarci, anche subito, mettendo a servizio della Comunità i doni ricevuti dal Creatore, che sono come semi da far fiorire, da far fruttificare, secondo la sua volontà …

Non rattristiamolo come Nanchino, che si lasciò vincere dalla tentazione e non volle dare ciò per il quale era stato creato …

Il buon Dio, guardando il suo giardino fiorito, che siamo noi aderenti alla Sua volontà,

 vedrà che il Seme, fiorito circa 2000 anni fa, non è morto invano 

e che siamo pronti ad aiutarlo a ricostruire il Paradiso nel mondo, consapevoli che …

Condizione essenziale affinché possiamo fiorire noi e, Dio volendo, con il nostro esempio, il nostro prossimo, perciò rilassiamoci e rispondiamo come rispose Maria quando l’angelo le annunziò che avrebbe partorito il Figlio di Dio: ecco avvenga di me quello che hai detto. 

Diamo il nostro assenso al Signore affinché operi in noi secondo la sua volontà.

Gesù ci disse: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

(Le foto dei personaggi, di questo racconto, sono state prese su Google/Immagini, per cui, anche se in parte a fumetti, non corrispondono ai personaggi stessi di questa storia).

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *