Il Signore, nella sua infinita bontà, ci ha creati liberi di scegliere la via che preferiamo percorrere e vuole lasciarci tali, chiaramente coniugi compresi.

Per cui, questa spinta al male (vedi post precedenti), i coniugi e noi tutti, se lo desideriamo, possiamo toglierla e seguire la via dell’amore. In che modo?

Possiamo scegliere seguendo due vie diverse, farlo da noi stessi con le nostre forze o chiedere l’aiuto di Dio. Una sfaccettatura della libertà che abbiamo è anche questa. E come si fa a chiedere l’aiuto e poi vivere in questo amore?

Appunto si chiede come facciamo nelle richieste tra esseri umani, ma con una differenza che Dio è amore, desidera che glie lo chiediamo perché ci ama e vuole solo il nostro bene. E Lui cosa ci chiede?

Una cosa sola: di amarlo e confidare nel suo aiuto.

 Vangeli – Giovanni  Gv 15,10  

Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore.
E noi abbiamo conosciuto e creduto l’amore che Dio ha in noi. 
Dio è amore; chi rimane nell’amore rimane in Dio e Dio rimane in lui. 
Però non dimentichiamo mai che …

Gesù ci disse: Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 

… e non dimentichiamo nemmeno di chiedere il suo aiuto.

(Le foto dei personaggi, di questo racconto, sono state prese su Google/Immagini, per cui non corrispondono ai personaggi stessi di questa storia).

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazioni su questo sito

Questo può essere un buon posto per presentare te stesso ed il tuo sito o per includere alcuni crediti.

Come trovarci

Indirizzo
P.zza Duomo 123
20100 Milano (MI)

Orari
Lunedì—Venerdì: 09:00–17:00
Sabato e Domenica: 11:00–15:00